CHIESA VIVA

La verità vi renderà liberi ...

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
E-mail Stampa PDF

Le 13 Formelle d'argento:

Trasformazione del “Clero cattolico” in “Classe politica”?

Disposizione delle 13 Formelle d’argento sul Tabernacolo.

 

Le 13 formelle d’argento sbalzato, opera dello scultore Floriano Bodini, relativamente alla nicchia del Tabernacolo, sono situate: 6 a sinistra (3 del V.T. e 3 del N.T.); 6 a destra (3 del V.T. e 3 del N.T.); la 13a copre la nicchia del Tabernacolo chiuso.

Il significato dei contenuti simbolici delle 13 formelle è il programma che gi Alti Iniziati vogliono attuare col Clero cattolico: la sua trasformazione, da Sacerdoti di Cristo, in Classe politica al servizio del Governo Mondiale dell’Anticristo.

Il Soprannaturale deve scomparire, “le chiese d’Occidente devono essere secolarizzate” e la “Religione Universale”, che deve abbracciare tutte le religioni del globo, deve costituire “l’essenza stessa, se si vuole, la doppia, la tripla, la quarta, la quinta essenza della politica” del Governo Mondiale.

I temi sviluppati dalle 13 formelle sono tratti dai rituali dei primi 5 gradi della 3a serie di 11 gradi del R.S.A.A.: 23°, 24°, 25° 26°, 27°, sviluppati in 6 + 6 formelle del V.T. e N.T., con la 13a formella del Pellicano che copre gli ultimi 6 gradi.

La 3a serie di 11 gradi del R.S.A.A. ha, infatti, lo scopo di trasformare il Sacerdote massone del 22° grado (che ha già combattuto la Virtù e la Morale cattolica, col Culto del Fallo e col Culto dell’Uomo) in Uomo Politico al servizio di Lucifero, per combattere l’Autorità cattolica, col Culto di Lucifero.

Il Mistero più profondo di questi gradi è la dichiarazione di guerra alla Religione di Cristo, come affermano i Capi Incogniti, in una loro istruzione segreta: «è la Religione che deve essere il pensiero costante dei tuoi assalti, perché un popolo non è mai sopravvissuto alla sua Religione, e perché, uccidendo la Religione, noi avremo nelle nostre mani e la Legge e la Proprietà; perché stabilendo, sui cadaveri di questi assassini (i Preti fedeli a Cristo - n.d.r.), la Religione massonica, la Legge massonica, la Proprietà massonica, avremo rigenerato la Società».

Questo, però, va fatto con astuzia perché la Religione deve essere sradicata con abilità”!

***

Nota:

Le fotografie delle Formelle riportano evidenziazioni con colori e numeri

per facilitare la comprensione dei riferimenti ai Rituali.

***

Presentazione di Gesù al Tempio (Formella n. 1)

(Il Massone è presentato al Tempio Massonico della terza serie di 11 gradi)

Il Rituale del 23° grado del Rito Scozzese Antico ed Accettato.

IL CAPO DEL TABERNACOLO

«Il Presidente di questo grado è il Sovrano Grande Sacrificatore di Salomone che, accompagnato da 2 Sacerdoti e 3 Assistenti, riceve il Massone candidato per dargli la sua educazione politica.

Il Candidato appartiene ancora alla “navata” del Tempio Massonico (e cioè la “Stella a 5 punte”), e solo al grado successivo entrerà nel “Santuario” (la Stella a 6 punte) che è chiamato “Gerarchia”.

Come novello “uomo politico”, il Candidato fa la parte del figlio di Hiram (il Maestro del Tempio di Salomone che simboleggia Lucifero, assassinato dalle Tre Persone della SS. Trinità), e impara che i tre assassini, i preti, i re e i proprietari, designati con gli epiteti di ipocriti, traditori e viziosi, sono spinti e diretti da Adonai, il Dio dei Cristiani.

Il passaggio dalla condizione “sacerdotale” a quella “politica” é illustrato con queste parole: «La superstizione (cioè la Religione) deve essere sradicata con abilità e, di conseguenza, alla politica e all’azione governativa delle classi dirigenti incombe il dovere di dichiarare guerra alla Superstizione (cioè alla Religione)».

La Parola d’ordine è “Uriel” (= Dio-Fuoco) che lascia entrare il Candidato nella sfera della 3a serie di 11 gradi dei gradi massonici, nel Tabernacolo delle verità rivelate, non però da Adonai, il Dio degli antichi ebrei e dei cristiani, ma da Lucifero che qui viene chiamato: “Buon Princìpio, Angelo di Luce, Grande Architetto Dell’Universo” a cui i Sacerdoti offrono incenso e, in suo onore, portano, come Gioiello, un “Incensiere”.

La Loggia ha 2 appartamenti: il primo, chiamato Vestibolo; il secondo, è la Loggia, che deve essere perfettamente rotonda. La decorazione di questa si varia 3 volte nell’occasione del ricevimento. Nel mezzo, è un candeliere a 7 bracci che sta acceso. In tutto, vi sono 49 lumi. La Loggia si chiama “Gerarchia”».

(Meurin, op. cit., pp. 344-345).

 

 

 

 

Riferimenti al rituale

Il Candidato, nei panni di Gesù, fa la parte del Figlio di Hiram (Lucifero);

il pavimento, fatto di mattonelle bianche e nere (che indicano la Loggia massonica), totalizza 23 mattonelle (11,5 x 2) = 23° grado.

i riquadri delle volte del Tempio sono 3 volte 6 = 666;

in mezzo al Tempio, si vede il candeliere a 7 bracci;

a destra della colomba, si vede il n° 49 dei lumi della Loggia;

il Presidente (1), i 2 Sacerdoti (2, 3) e i 3 Assistenti (4, 5, 6) lo accolgono;

il Motto Sacro è Uriel (Dio-Fuoco), è scritto sulla mano sinistra e sulla stola del Presidente, in alfabeto massonico;

il Candidato entra nella 3a sfera degli 11 gradi: la sfera vicino a Gesù riporta 3 segmenti a zig zag e il n° 11, con vicino altri 2 n° 11 (verde e blu);

a sinistra di Gesù, è simboleggiato il “gioiello”: l’incensiere che fa salire l’incenso verso la Colomba-Lucifero;

il Buon Princìpio, l’Angelo della Luce, il Grande Architetto Dell’Universo è simboleggiato dalla Colomba che riporta i numeri 18 = 666; 3 volte 6 = 666 e il n° 13.

Melchisedech offre pane e vino a Dio (Formella n. 2)

(Il Massone recluta soldati per l’Armata del Tempio)

Il Rituale del 23° grado del Rito Scozzese Antico ed Accettato.

IL CAPO DEL TABERNACOLO

«La seduta di accoglienza del Candidato Massone, presieduta dal Sovrano Grande Sacrificatore, termina con una cerimonia in onore del “Buono Princìpio, Grande Architetto Dell’Universo”.

Il Candidato impara che Hiram (che simboleggia Lucifero), è stato assassinato dai tre assassini (che simboleggiano le Tre Persone della SS. Trinità): i preti, i re e i proprietari, designati con gli epiteti di ipocriti, traditori e viziosi, che sono spinti e diretti da Adonai, il Dio dei Cristiani.

Poiché Lucifero combatte da sempre Adonai, il Dio dei cristiani, da novello “uomo politico” impegnato in questa guerra, il Candidato deve impegnarsi a “reclutare dei soldati per l’armata di Lucifero, il Salvatore degli uomini». Il massone Candidato, quindi, si impegna a reclutare altri massoni.

Da notare che il Sovrano Grande Sacrificatore è un massone del 33° grado, quindi, secondo la dottrina cabalistica dei 33 gradi del Rito Scozzese Antico ed Accettato, oltre ad essere Dio a se stesso, è anche Pontefice e Re a se stesso».

(Meurin, op. cit., pp. 344-345).

 

 

 

 

Riferimenti al rituale

Melchisedec, Re e Pontefice di Salem (Gerusalemme), simboleggia il Presidente della Loggia;

Abramo, rappresenta il Candidato che ha reclutato una persona;

in alto: 9 punti = 666 + 13 segni che escono dai 9 punti, il triangolo con un tratto interno, la mitra di Melchisedec coi 3 cerchi e 4 segmenti, individuano Lucifero, e il Delta sacro (3) con le 4 lettere del Nome Ineffabile;

il tema simboleggiato è la guerra alla SS. Trinità, simboleggiata dalla Croce, che è rappresentata sempre con un ulteriore segno che la deturpa;

il ricorrente n° 5, ottenuto con tratti rettilinei o ricurvi, indica la Stella a 5 punte e, quindi, la Massoneria e la sua armata del Tempio;

l’insieme del n° 5 e del n° 6, ottenuto anche aggiungendo un’unità alle 5 precedenti, indica il numero mistico 11 della Cabala ebraica, e ancora la Massoneria nell’insieme della Stella a 5 punte e della Stella a 6 punte.

La Resurrezione di Gesù (Formella n. 3)

(Il Massone compie l’“Atto di fede”)

Il Rituale del 24° grado del Rito Scozzese Antico ed Accettato.

IL PRINCIPE DEL TABERNACOLO

«In questo grado, il Candidato entra nel Tempio chiamato Gerarchia degli Spiriti. Gli si domanda quanti giorni abbia lavorato al Tempio di Salomone. Risponde: 2185 giorni, cioè 3 volte 6 anni o 2 volte 9 anni; gli resta da percorrere i 3 triangoli della terza serie.

Ecco l’essenza di questo grado: «Salomone, per aver cambiato culto, ha perduto la comunicazione con Adonai. Egli, però, ha acquistato una scienza straordinaria della Cabala ed ha potuto mettersi in comunicazione con gli Spiriti del Fuoco!». Ecco la “Parola ritrovata”: la parola di Lucifero all’uomo!

Al Candidato sono richiesti 3 atti:

- Atto di fede,

- Atto di sottomissione (tema trattato nella prossima formella)

- Atto di adorazione (tema trattato in una formella successiva).

Atto di fede: «Si porta la mano destra sugli occhi, come per evitare una luce viva; tenendo la mano sinistra sul petto, si porta la mano destra verso la spalla sinistra e, da questa, diagonalmente, sul fianco destro», per indicare i punti della Triade Fisica (i gradi 24°, 25°, 26°).

Il Gioiello è «un piccolo globo d’oro, sormontato da un doppio triangolo circondato da raggi e nel centro la parola Jeovah, evidentemente, Lucifero. I cristiani mettono in mano del Bambin Gesù un piccolo globo sormontato da una Croce. Noi, qui, vediamo Lucifero disputare a Cristo il potere sulla terra».

(Meurin, op. cit., pp. 345-348).

 

 

 

 

Riferimenti al rituale

Lucifero, col n° 6 (doppio triangolo), col Sole a 7 raggi, e con i numeri 6, 9, 13, con 5 spirali, 3 volte 6, tiene in mano il piccolo globo di Cristo;

le 3 volte 6 (linee blu, verdi, marrone), e le 2 volte 9 (linea rossa a zig zag e linee curve, alla destra) sono la risposta del Candidato sul suo lavoro al Tempio;

l’Atto di fede, è rappresentato dalle 3 persone, in basso: l’una si copre gli occhi; le altre due, invece, indicano, sul torace, i 3 punti della Triade cabalistica;

L’Atto di sottomissione e l’Atto di adorazione riguardano le prossime formelle.

Abramo che offre suo figlio a Dio (Formella n. 4)

(Il Massone compie l’“Atto di sottomissione”)

Il Rituale del 24° grado del Rito Scozzese Antico ed Accettato.

IL PRINCIPE DEL TABERNACOLO

«In questo grado il Candidato entra nel Tempio chiamato Gerarchia degli Spiriti ed ha davanti a sè i 3 triangoli che rappresentano la Triade Fisica, Morale e Intellettuale di questa 3a serie di 11 gradi della Massoneria di Rito Scozzese Antico ed Accettato.

Ecco l’essenza di questo grado: «Salomone, per aver cambiato culto, ha perso la comunicazione con Adonai. Egli, però, ha acquistato una scienza straordinaria della Cabala ed ha potuto mettersi in comunicazione con gli Spiriti del Fuoco!».

Ecco la “Parola ritrovata”: la parola di Lucifero all’uomo!

Al Candidato sono richiesti 3 atti:

- Atto di fede (già visto);

- Atto di sottomissione;

- Atto di adorazione (tema trattato nella prossima formella).

Atto di sottomissione: «Si portano le due mani aperte sulla testa, unendo i due pollici per formare triangolo”. Il Candidato, in quel modo, esprime la sottomissione della sua intelligenza (il triangolo della Triade intellettuale cabalistica) al Dio-Fuoco (Lucifero o Angelo della Luce)».

(Meurin, op. cit., pp. 345-346).

 

 

 

 

Riferimenti al rituale

Abramo simboleggia il Candidato che deve compiere l’Atto di sottomissione a Lucifero;

L’Angelo, che pone la mano (una mano che sembra rappresentarne due) è Lucifero, Angelo della Luce, per i numeri 5, 9, 13 che lo marchiano;

I doppi 24 cerchi alla base indicano che siamo al 24° grado;

i 6 cerchi rimanenti, divisi in 3 + 3, indicano 3 volte 6 anni, del lavoro già svolto al Tempio di Salomone del Candidato;

i 3 triangoli posti sull’altare, indicano le 3 Triadi cabalistiche che il Candidato deve ancora percorrere in questa 3a serie di 11 gradi;

i 3 triangoli posti sul corpo di Abramo (il Candidato) indicano la sottomissione a Lucifero della 3a Triade, la Triade intellettuale cabalistica.

Abele offre l’agnello (Formella n. 5)

(Il Massone compie l’“Atto di adorazione”)

Il Rituale del 24° grado del Rito Scozzese Antico ed Accettato.

IL PRINCIPE DEL TABERNACOLO

«In questo grado il Candidato entra nel Tempio chiamato “Gerarchia” degli Spiriti.

Ecco l’essenza di questo grado: «Salomone, per aver cambiato culto, ha perso la comunicazione con Adonai. Egli, però, ha acquistato una scienza straordinaria della Cabala ed ha potuto mettersi in comunicazione con gli Spiriti del Fuoco!».

Ecco la “Parola ritrovata”: la parola di Lucifero all’uomo!

Al Candidato sono richiesti 3 atti:

- Atto di fede (già visto);

- Atto di sottomissione (già visto);

- Atto di adorazione.

Atto di adorazione: «Si china la testa in avanti e, con la mano sinistra, si coprono gli occhi. Atto di Adorazione cordiale dell’abbagliante Dio-Fuoco».

In questo grado, si spiega il sistema dei due principi della divinità, rappresentata dal Sigillo di Salomone: il doppio triangolo intrecciato con i due Anziani, che rappresentano il Jeovah bianco e il Jeovah nero. La rappresentazione dei due anziani, però, non è esatta: la Cabala dà il nome di Anziano alla Grande faccia, ma non vi sono due Anziani, ma uno solo: l’Ensoph: l’Anziano degli Anziani.

(Meurin, op. cit., pp. 345-346).

 

 

 

 

Riferimenti al rituale

Abele rappresenta il Candidato del 24° grado al quale è richiesto l’Atto di Adorazione al Dio-Fuoco, Lucifero.

I 24 cerchietti, ai piedi di Abele a destra, indicano il 24° grado;

i giorni lavorati al Tempio sono: 3 volte 6 (giallo), e 2 volte 9 (verde);

il Candidato “china la testa in avanti”, mentre la persona in basso si “copre gli occhi con la mano sinistra”;

il Sigillo di Salomone (due triangoli intrecciati del Mondo grande e del Mondo piccolo, l’uno con la punta verso il basso; l’altro verso l’alto, è rappresentato dall’Uomo divino Adam Kadmon (l’insieme delle 10 Sephirot della Cabala: 1 + 3 + 3 + 3 + 1 = il Mondo e i 3 triangoli) uniti dall’Ensoph: l’Anziano degli Anziani (nel triangolo) della Cabala; e dal Candidato, l’essere super-umano che salendo i gradi: 1 + 3 + 3 + 3, completa i 10 Sephirot, uniti dalla lettera “G” che esprime la Creazione, intesa come Generazione.

La Crocifissione (Formella n. 6)

(La sostituzione di Cristo sulla Croce con Lucifero. Il Massone viene iniziato al “Culto del Serpente-Lucifero”)

Il Rituale del 25° grado del Rito Scozzese Antico ed Accettato.

IL CAVALIERE DEL SERPENTE DI BRONZO

«Nel 25° grado si trovano gli Ofiti: gli adoratori del Serpente. L’essenza di questo grado è il Culto del Dio-Serpente, simbolo classico di Satana.

Sopra l’altare della sala si trova un trasparente rappresentante la Ja, Je, Ji, l’Jeovah massonico, in mezzo ad un roveto ardente.

Il Signore apparve a Mosè in un roveto ardente che non si consumava... quindi, Lucifero non sarà neppure lui consumato nel Fuoco eterno di cui è l’abitatore immortale.

Un monticello fatto a tronco di cono, in mezzo alla sala, porta un serpente di bronzo accovacciato sopra un cavalletto.

Il Signore disse a Mosè: «Fa un serpente di bronzo e mettilo (sopra un vessillo) come segno; chiunque, ferito dai serpenti lo guarderà, sarà guarito».

Nostro Signore, per tal ragione disse: «Come Mosè innalzò il Serpente nel deserto, così bisogna che il Figlio dell’Uomo sia innalzato (sulla Croce) affinché chi crede in Lui abbia la vita eterna».

Il punto focale di questo grado è il paragone tra il Cristo e Satana, entrambi rappresentanti del Serpente di bronzo.

Il Cristo sulla Croce diviene la Morte della Morte “per distruggere con la morte colui che aveva l’impero della morte, cioè il Diavolo”.

Satana da parte sua, appropriandosi di quell’immagine, dice al Candidato che è lui che ha guarito gli ebrei nel deserto, lui l’Angelo della luce di cui il Serpente è uno degli emblemi. Così, dunque, posto sulla Croce, il Serpente rappresenta Satana, che si presenta, sostituendo Cristo, come il vero Salvatore dell’umanità, il vero Maestro.

Il mistero di questo grado è profondo.

Come il Battesimo cristiano, e gi altri Sacramenti sono una trasformazione mistica dell’uomo naturale in Figlio di Dio, morendo alla precedente vita di peccato per essere incorporato a Dio, così il Demonio attua, con l’opera progressiva della Massoneria, l’incorporazione dell’uomo alla sua personalità diabolica. L’uomo deve morire, come Hiram, per risorgere come un nuovo Lucifero!

Il Motto sacro di questo grado è “Mosè”».

(Meurin, op. cit., pp. 348-351).

 

 

L“Ankh” egizio: Lucifero sostituisce Gesù Cristo

come donatore di “vita eterna”

«La forma dell’Ankh è quella di una croce, e noi sappiamo che quest’ultima era l’antico simbolo dell’eternità. È il simbolo della vita eterna.

Ma l’ansa della parte superiore pare essere il segno di un nodo di corda che significa: legare, slegare... Tenuto in mano dalle divinità (o raffigurato accanto ad esse) è il simbolo dell’occultismo sacro. Dunque, il nodo rappresentava, soprattutto, l’occultismo protettore dei misteri della Religione».

Satana si presenta al Candidato massone, sostituendo Gesù Cristo sulla Croce e presentandosi come colui che dà la vita eterna.

La “Stella a 5 punte” sulla fronte del Cristo crocifisso, significa che sulla Croce non vi è Gesù Cristo, ma Satana-Lucifero.

 

 

 

Lucifero sostituisce Gesù Cristo come “Maestro”

che dà la “vita divina” all’uomo

Satana si presenta come il vero Maestro che dà la vita divina all’uomo”.

La raffigurazione del Maestro è l’insieme della Stella a 5 punte inscritta nella Stella a 6 punte e col Punto centrale.

 

 

 

Il Serpente-Lucifero sostituisce Gesù Cristo sulla Croce

 

I 9 passi a zig zag per imitare il movimento del serpente (4 linee rosse a zig zag e altre 5 a lato);  e i 9 colpi della batteria, divisi in 5, 3, 1 (5 linee rosse, 3 gialle, 1 verde sul petto e i raggi bianco, rossi, blu intorno al capo).

Il Motto Sacro Mosè è scritto in alfabeto massonico (2 linee gialle, 1 rossa e 1 verde sul ventre). Le due persone (maschio e femmina) rappresentano i 2 sessi della Divinità rappresentata sulla croce.

 

 

Il Baphomet

Raffigurazione del Baphomet, il dio adorato dai Templari e dagli Alti gradi della Massoneria.

sulla fronte spicca la Stella a 5 punte;

sulle braccia, le scritte Solve, Coagula;

sul ventre, il Caduceo, simbolo dei 2 sessi della divinità;

sopra e sotto, la Luna bianca e nera;

sul capo, la Fiaccola del Dio-Fuoco;

­– ecc...

 

 

 

Satana-Baphomet sulla Croce

Gesù Crocifisso sostituito da Satana-Baphomet sulla Croce:

sul capo è inscritta una Stella a 5 punte;

sulle mani spiccano le lettere “S” e “C” di Solve e Coagula, che appaiono scritte sulle braccia del Baphomet;

sulle braccia, evidenziate in verde, appare la scritta “Baphomet” in alfabeto massonico (la croce sul braccio sinistro, all’altezza del gomito, indica le 4 lettere B, a, p, t, raccolte insieme) mentre le altre: h, o, m, e, sono indicate singolarmente;

la Luna è rappresentata dal cerchio parziale intorno al capo;

la fiaccola sul capo del Baphomet è simboleggiata dal Sole coi raggi che escono dal cerchio più grande con centro nel naso;

il Caduceo è rappresentato dalle due persone (maschio e femmina) ai piedi della Croce, che ricevono i raggi della Divinità, indicando i suoi 2 sessi;

la scritta “INRI”, per gli Alti Iniziati, significa: “Igne Natura Renovatur Integra” (la Natura Intera è Rinnovata col Fuoco”): il Fuoco del Dio-Fuoco, Satana.

You are here: Inizio Articolo - Le 13 Formelle d'argento: