CHIESA VIVA

La verità vi renderà liberi ...

  • Full Screen
  • Wide Screen
  • Narrow Screen
  • Increase font size
  • Default font size
  • Decrease font size
Speciali anni 2000/2012
Sù

Anni 2000/2012

Il file è in PDF e non solo può essere scaricato da chiunque, ma chiunque può metterlo liberamente su un sito web e dare modo di scaricarlo. Lo scopo è di diffonderlo il più possibile. Il file è di circa 11 Mb.

Versione in lingua spagnola

Versione in lingua francese.

Versione in lingua tedesca

Il contenuto di questo libro, con l’eccezione dell’ultimo capitolo, è stato inizialmene pubblicato sulla rivista di teologia ed attualità ecclesiali “Sì sì no no”, dal novembre 2006 fino al settembre 2007.

Pio XII (970.44 kB)
 hot

Nel 1963, uscì la rappresentazione teatrale “Il Vicario” di Rolf Hochhuth con la quale si tentò di infangare la figura di Pio XII, con l’insinuazione di suoi presunti “silenzi” e “omissioni” nei confronti della brutalità nazista, durante la Seconda Guerra mondiale. Il seguente anno, 1964,  il sac. don Luigi Villa pubblicò il suo libro: “Un grande pontificato: Pio XII” che, solo con la diffusione di poche migliaia di copie, a Roma, stroncò sul nascere ogni velleità di distorsione della Storia. Poiché, dopo alcuni decenni, questa insinuazione calunniosa è tornata a riaffiorare, abbiamo deciso di ripubblicare questo libro del 1964, perché venga fatta giustizia, nella verità, a questo grande Papa, augurandoci che l’ostacolo di questa tarlata insinuazione sia rimosso e che la Causa di Beatificazione di Pio XII giunga a felice e rapida conclusione.

Ci sono 20 articoli, già pubblicati su “Chiesa viva” negli scorsi anni, chei contengono molti “fatti” che, se presi seriamente in considerazione, rendono impossibile la beatificazione e la canonizzazione di Giovanni Paolo II.

Nostra Signora del Buon Successo....d'un tratto tutta la Chiesa fu immersa nel buio, nella polvere e nel fumo..."Questo castigo sarà per il XX Secolo", “Punirò l’eresia”, “Punirò l’empietà”, “Punirò l’impurità”!

«Il Corpo di Cristo appartiene ai sacerdoti...
Esso non sia toccato da nessuno che non sia consacrato... eccetto in casi di etrema necessità».
(San Tommaso d’Aquino)

In data 21.10.2009, a seguito della distribuzione del Numero Speciale di “Chiesa viva” 420, che riportava il titolo: “Brescia: la nuova chiesa parrocchiale di Padergnone è un Tempio massonico-satanico!”, ho ricevuto una lettera di Mons. Ivo Panteghini (esperto d’arte e liturgia della Curia di Brescia e principale responsabile del progetto di questa “nuova chiesa”), in cui mi chiedeva di pubblicare la sua lettera su “Chiesa viva”, insieme alle mie scuse. In attesa che il Direttore della Rivista possa, eventualmente, accontentarlo, ho ritenuto doveroso, nel frattempo, dare un’ampia diffusone a questa sua lettera, però, non insieme alle mie scuse, ma ad una mia, più che legittima, lettera di risposta. La diffusione di questo file PDF e la sua esposizione su siti web è libera.   Distinti saluti Ing. Franco Adessa, Autore dello studio sul tempio satanico di Padergnone (Brescia)

A Don Antonio basterà ricordare, qui, che è falso che la Chiesa, di sua iniziativa, abbia voluto modificare la bimillenaria prassi liturgica (come ho dimostrato nel mio studio, “Comunione sulla mano? NO! è Sacrilegio!”, al capitolo I°) di dare la Comunione sulla lingua dei fedeli, dopo aver accolto la loro richiesta (di chi?) e dopo aver tenuto conto della loro maturità spirituale (!!). Infatti, l’origine di questa errata riforma fu rivelata dallo stesso Paolo VI, il quale, contro la sua volontà e le gravi ragioni da lui stesso esposte (e tuttora oggettivamente valide!), ha dovuto cedere alle equivoche insistenze di alcune Conferenze Episcopali, dichiarando apertamente: «(La riforma) rischia di disorientare molti fedeli che non ne sentono la necessità e che mai si sono posti questo problema (...). Sembra che questa nuova pratica, instaurata qua e là, sia opera di un numero di sacerdoti e laici che cercano di imporre il loro punto di vista agli altri e di forzare la mano all’Autorità.
Approvarla, sarebbe incoraggiare queste persone non mai soddisfatte delle leggi della Chiesa»!
(cfr. A. Bugnini, “La Riforma liturgica 1948-1975”, Ed. Liturgiche, Roma 1983, pp. 627-628).

Risposta allla “Nota del Vescovo” di Brescia Mons.. Luciano Monari

Mostra num 
Powered by Phoca Download
You are here: Speciali anni 2000/2012 Speciali di CV Anni 2000/2012